La guida alla digitalizzazione aziendale  

Firma online

5 min

Pubblicato 6 Lug, 2022

Cos'è l'IVASS Assicurazioni e di cosa si occupa

Immagine legal desk
Raffaella Torriero

Raffaella Torriero

Customer Success Officer @Yousign

Illustrazione: Mélusine Vilars

Indice

Se hai sentito parlare di questo ente ma non hai capito bene di cosa si occupi. questo articolo ti sarà utile per avere una panoramica su l'IVASS. Che cosa è l’IVASS? Che cosa regola? Chi è tutelato da questo ente?

Dopo aver letto il nostro articolo sarai in grado di rispondere a queste tre domande e di sapere come questo ente ha deciso di agire in merito all’avvento della firma elettronica nel panorama assicurativo italiano.

Sei pronto? Buona lettura! 😉

Che cos’è l’IVASS?

Come già specificato nel nostro articolo sul blog “Il glossario della firma elettronica: tutto quello che c'è da sapere!”, l’acronimo IVASS sta per “Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni”. 

La principale sede dell’IVASS si trova a Roma, più specificatamente in Via del Quirinale 21, ed il suo attuale presidente - Daniele Franco - è anche Direttore Generale della Banca d’Italia.

L’IVASS è un ente dotato di personalità giuridica di diritto pubblico, istituito nel 2012 e disciplinato dalla legge 135, che opera per garantire l’adeguata protezione degli assicurati e della professione assicurativa. Persegue, inoltre, la sana e prudente gestione delle imprese di assicurazione e la loro trasparenza e correttezza nei confronti della clientela. L’Istituto persegue anche la stabilità del sistema e dei mercati finanziari con l’aiuto di analisi e benchmark interni.

Questo istituto è subentrato ufficialmente  il 1 gennaio 2013 ed ha sostituito l’ISVAP (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di interesse collettivo) in quelle attività che implicano la vigilanza assicurativa dell’ambiente assicurativo in Italia ed i suoi collegamenti con l’attività bancaria.

L’ISVAP, come istituzione pubblica, è stata fondata nel 1982 in Italia ed è stata definita come :

Un’autorità amministrativa indipendente istituita per vigilare sull’attività delle assicurazioni private, dei broker e degli agenti assicurativi iscritti al registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi (RUI).

fonte: assicurazioni.segugio.it

Oltre alla sua funzione di controllo, l’ISVAP doveva esercitare anche delle funzioni di autorizzazione, verifica e approvazione nell’ambiente assicurativo italiano. In particolare, aveva il ruolo di approvare l’esercizio della pratica assicurativa per determinate compagnie o che esse rispettassero le norme previste dal Codice delle Assicurazioni. Oltre a convalidare i cambiamenti societari dei Gruppi assicurativi (scissioni, fusioni, trasferimenti di portafogli etc.) era anche incaricato della tutela dell’assicurato in caso di controversia.

L’ISVAP é stato poi sostituito dall'IVASS, come precedentemente citato, che ha assorbito tutte le funzioni del precedente e ne ha integrate di nuove: vediamo insieme quali sono!

Le principali funzioni dell’IVASS

In generale l’lVASS ha il compito di garantire la stabilità del mercato assicurativo e la tutela del consumatore, offrendo una maggiore vigilanza assicurativa. Tutela i consumatori da possibili truffe ma controlla anche che le imprese assicurative e i loro agenti rispettino l’osservanza di leggi e regolamenti del settore e siano all’insegna della trasparenza.

L’IVASS infatti si occupa anche di portare avanti le segnalazioni su eventuali compagnie assicurative fasulle o non a norma di legge fornendo allo stesso tempo al consumatore delle raccomandazioni o consigli per acquistare una polizza in modo sicuro e consapevole.

Le principali funzioni di IVASS sono quindi in dettaglio:

  • la rilevazione di dati di mercato: per assicurare la formazione delle tariffe e delle condizioni delle singole polizze assicurative.
  • la vigilanza: per garantire l’osservanza di leggi e regolamenti da parte di imprese e degli agenti di assicurazione.
  • il controllo: per monitorare la gestione patrimoniale e contabile delle compagnie assicurative.
  • la trasparenza delle imprese: che consente di controllare la trasparenza dell’offerta assicurativa delle imprese a tutti i loro potenziali clienti.
  • la possibilità di presentare reclami in caso di necessità: tramite posta ordinaria, corrispondenza ufficiale o tramite numero verde.

Quando è bene contattare l’IVASS per effettuare un reclamo? Quando non si è soddisfatti della risposta proposta dalla compagnia assicurativa di cui siete clienti. Il tempo di risposta medio per un’indagine puo’ variare dai 90 ai 120 giorni e, in caso di necessità, l’IVASS provvederà a sanzionare la società assicurativa dando comunicazione di inadempienza della stessa sul proprio sito web.

Per quanto riguarda i reclami, gli assicurati di una compagnia possono contattare direttamente l’IVASS via telefono (+39 06421331), via email (scrivi@ivass.it) o tramite posta elettronica certificata - pec - (ivass@pec.ivass.it).

Chi tutela l’IVASS?

L’IVASS tutela tutti gli assicuratori iscritti al RUI ovvero il Registro Unico degli Intermediari assicurativi attivi in Italia. Ma che cosa è il RUI?
Più in dettaglio, il RUI è un albo - disponibile dal 1° febbraio 2007 - in cui vengono stilati e sono iscritti tutti gli intermediari assicurativi che vogliono esercitare la loro professione sul territorio italiano. L’iscrizione a questo albo è obbligatoria per poter svolgere l’attività di intermediazione assicurativa sia in Italia, sia nei paesi dell’Unione Europea sotto il regime di libera prestazione - e dopo aver precedentemente e anticipatamente informato l’IVASS di questa scelta -.

Ogni assicuratore o intermediario assicurativo iscritto al RUI, puo’ apparire solamente in una delle categorie descritte in quanto, per legge, l’iscrizione dello stesso intermediario in più sezioni del registro è vietata.

Il registro è quindi suddiviso in 6 sezioni, di seguito descritte:

  • sezione A: gli agenti di assicurazioni,
  • sezione B: i broker,
  • sezione C: i produttori diretti di imprese di assicurazione,
  • sezione D: le banche, gli intermediari finanziari individuati dall’articolo 106 del Testo Unico Bancario, gli istituti di pagamento specificati nell’articolo 114 del Testo Unico bancario e Poste italiane,
  • sezione E: gli addetti all’attività assicurativa che operano al di fuori degli intermediari già iscritti nelle sezioni A, B, D e F – ad esempio i subagenti),
  • sezione F: gli intermediari assicurativi a titolo accessorio che assumono l’incarico da una o più imprese di assicurazione – un esempio sono le agenzie viaggi o le società di noleggio.

I clienti nell’ambito assicurativo che utilizzano le soluzioni Yousign appartengono principalmente alle sezioni A e B ma Yousign lavora anche con varie compagnie e associazioni di categoria in ambito assicurativo (es. l’Italian Insurtech Association - IIA).

La firma elettronica e l’IVASS

L’IVASS ha ufficialmente dichiarato via libera all’uso della firma elettronica con OTP, per le vendite a distanza nelle procedure assicurative con il provvedimento n. 97 del 04 Agosto 2020, entrato in vigore il 31 Marzo 2021.

La firma elettronica con OTP però veniva già utilizzata dagli assicuratori e dalle compagnie assicurative anche prima dell’emissione di questo decreto.

La sottoscrizione dei contratti assicurativi e riassicurativi a distanza è stata quindi solamente ufficializzata e disciplinata utilizzando questo decreto il cui scopo principale è: favorire la digitalizzazione contrattuale dei processi utilizzando la firma elettronica

In particolare, come definito nell’articolo:

L’IVASS prevede che tutta la documentazione precontrattuale e contrattuale relativa al contratto di assicurazione, nonché le stesse polizze assicurative possano essere formati come documenti informatici e sottoscritti a distanza senza la presenza fisica del cliente con firma elettronica avanzata (FEA). [...] ...l’IVASS specifica che tutta la documentazione relativa al contratto di assicurazione può essere archiviata digitalmente e conservata in maniera sostitutiva per tutto il periodo previsto per legge.

Fonte: www.eucs.it

Nel panorama legislativo italiano vi è ancora un po’ di confusione riguardo le definizioni di firma elettronica OTP e firma elettronica avanzata.

Come spiegato nel nostro articolo dedicato “La FEA OTP vs Firma Elettronica Avanzata, qual è la differenza?”:

  • La firma elettronica avanzata (FEA) è un tipo di firma che propone una verifica dell’identità del firmatario tramite un software automatico, in aggiunta all’inserimento di un codice OTP per firmare il documento dopo l’autenticazione. Senza il caricamento del documento di identità e l’annessa verifica dello stesso, il documento non potrà essere firmato tramite FEA certificata.

    👉 Ricapitolando: FEA = codice OTP + verifica documento di identità
  • La firma elettronica con autenticazione avanzata OTP SMS (anche erroneamente chiamata FEA OTP) si avvale di un’autenticazione forte tramite l’invio di un’email e la ricezione di un codice OTP - One Time Password - tramite SMS o server vocale per permettere al firmatario di un documento di autenticarsi e conseguentemente di poterlo firmare.

    Il codice OTP che viene inviato al firmatario è garanzia di un’autenticazione forte della sua identità e serve per aumentare il livello di sicurezza della firma e per proteggere ulteriormente i documenti firmati. Questo livello di firma può essere corroborato dall’identificazione dell’ identità in carico al broker o all’intermediario assicurativo.

    👉 Ricapitolando:  Firma elettronica con autenticazione avanzata OTP SMS = solo codice OTP

La firma elettronica Yousign

Come abbiamo potuto vedere nei paragrafi precedenti, Yousign propone ai suoi utilizzatori e clienti un’offerta completa e adatta ad ogni esigenza.

La webapp Yousign infatti offre vari livelli di sicurezza di firma elettronica conforme agli standard eIDAS applicabili negli stati dell'Unione Europea e adatti ad ogni tipologia di documento da firmare.

Grazie alla versatilità della sua webapp e un adattamento ad hoc alle richieste delle normative italiana, Yousign propone sempre ai suoi clienti sia una firma elettronica con autenticazione avanzata OTP SMS - inclusa gratuitamente in tutti i nostri abbonamenti -  sia una FEA con verifica del documento di identità di un firmatario (ideale nei processi di vendita a distanza). 

La firma elettronica Yousign è sicura perchè la nostra soluzione è certificata eIDAS e conforme al GDPR, veloce, flessibile e ti permette di seguire la firma di documenti in tempo reale!

---

Questo documento è fornito esclusivamente a scopo informativo. Non ne garantiamo la completezza, né che sia aggiornato rispetto alle normative vigenti. Questo documento non è fornito in sostituzione di una consulenza legale.

Articoli consigliati

Più articoli

Prova Yousign gratuitamente
per 14 giorni

Unisciti ora alle +10000 imprese che hanno deciso di digitalizzare i processi di firma in modo sicuro, semplice e legale.

cta illustration