Tendenze

Diventa un nomade digitale, i 5 lavori del futuro

Immagine I lavori del futuro
Nam Chau

Nam Chau

Marketing manager Italy

Illustration: Léa Coiffey

Mai come in questo periodo, il mondo del lavoro è in continua evoluzione. Da una parte – per cause legate all’evoluzione della pandemia - il remote working è sempre più diffuso, dall’altra l’innovazione, la creatività e il digitale aprono nuovi scenari, reinventando le professioni. A causa della pandemia, infatti, circa 6 milioni di lavoratori hanno sperimentato il lavoro da remoto. Un dato davvero stupefacente, se si pensa che solo nel 2019, in epoca pre-Covid, il numero era di 570.000. In più, il digitale e l’innovazione e le opportunità professionali legate a questi settori hanno fatto sì che il numero dei cosiddetti nomadi digitali aumentasse significativamente.

Caratteristiche dei nomadi digitali

L’ambito digitale è piuttosto complesso e ramificato. Come vedremo, infatti, le professionalità ad esso correlate hanno molte competenze e funzioni che si sovrappongono, tanto che è praticamente impossibile definire i confini precisi di una figura o dell’altra, anche perché le mansioni dipendono in parte anche dalla realtà operativa nella quale si inseriscono. Quello che accomuna questi lavoratori è sicuramente la modalità di lavoro: possono lavorare come freelance o collaborare da dipendenti con altri professionisti all'interno di agenzie di comunicazione ben strutturate. 

Ma vediamo insieme quali sono i 5 lavori del futuro per lavorare da ovunque. 

  • Digital Manager 

Tra le figure più ricercate c’è sicuramente quella del Digital Manager, il responsabile della comunicazione digitale in ufficio e dello sviluppo di piani e strategie per il raggiungimento di obiettivi di marketing. Il Digital Manager gestisce in modo creativo i vari canali di comunicazione, grazie anche al team a supporto che può comprendere diverse figure, quali il SEO Specialist, il Digital PR Specialist o lo User Experience Designer. Tra le responsabilità principali di un Digital Manager troviamo: progettare campagne digitali, coordinare la presenza dell’azienda sul web e sulle piattaforme più adatte attraverso strategie di brand awareness, gestire i social media aziendali. Ottimizza le prestazioni del sito web aumentandone la capacità di generare traffico e migliorandone il tasso di conversione. 

  • Web Marketing Manager 

Il Web Marketing Manager è il responsabile delle strategie marketing che un'azienda sviluppa sul web. Gli obiettivi principali del suo lavoro sono la promozione di prodotti e di servizi di un'azienda sul web e l’incremento delle vendite e della brand awareness.

In concreto, si occupa della creazione e dell’implementazione delle strategie di marketing online per aumentare le vendite, il fatturato e il successo commerciale di un'azienda: studia a fondo il mercato di riferimento, attraverso ricerche di mercato e il monitoraggio delle attività della concorrenza, analizza il comportamento dei clienti, attuali e potenziali. In base agli specifici obiettivi dell'azienda, dell'ente o dell'organizzazione per cui lavora, sviluppa un piano di marketing online, che in genere prevede l'utilizzo di diversi canali di marketing coordinati tra loro (SEM, SEO, Email Marketing, ecc). 

  • Developer

Il Web Developer è una figura professionale specializzata nel programmare applicazioni web, piattaforme e siti web dinamici, accessibili da reti ad accesso privato (intranet) o pubblico (internet). Il Developer, in sostanza, crea il sito o l’applicazione web in ogni sua componente: programma il codice sorgente, crea l'interfaccia utente, implementa sistemi di gestione dei contenuti (CMS, Content Management Systems) e sistemi di protezione dei dati. In pratica, deve garantire che il sito risponda esattamente ai requisiti di sistema, alle specifiche tecniche e alle esigenze dei committenti, sia nella parte visibile dagli utenti (il front end) che in quella utilizzabile dagli amministratori del sito (il back end).

  • Web Reputation Manager

Il web reputation manager si occupa di analizzare e gestire l’immagine di un’azienda o di una singola persona sulla rete e sui canali social.
Deve quindi monitorare i contenuti e le conversazioni presenti online in merito ad un’azienda, a un singolo prodotto o servizio, a un personaggio pubblico o professionista. 

Dopo aver analizzato questi contenuti, deve intervenire con opportune strategie in caso di criticità (commenti negativi) e per individuare e mettere in atto progetti di sviluppo in caso di nuove opportunità di business. Si tratta quindi di una figura a metà tra un analista di dati e un esperto di web communication: deve infatti essere in grado di analizzare trend, influencer e criticità per elaborare strategie di marketing vincenti per l’azienda. 

  • Security Officer

Quello deI Security Officer è un ruolo che si sta via via affermando nelle grandi aziende e anche in quelle medio piccole, in particolare con l’avvento della GDPR e con la crescita del settore della sicurezza informatica, e per questo può essere annoverato tra i lavori del futuro. Si tratta, infatti, del professionista che si deve occupare di definire una strategia di sicurezza informatica, di realizzare programmi di protezione e di progettare e far rispettare procedure per mitigare i rischi informatici.

Perché questo è un lavoro del futuro? Perché, come riporta l’Osservatorio Information Security & Privacy 2020, gli investimenti in sicurezza sono in costante aumento (pari all’11% anno tra il 2018 e il 2019, per un valore assoluto di revenue riferito a quest’ultimo anno di 1,3 miliardi di euro), mentre il 40% delle imprese non hanno ancora un professionista dedicato alla sicurezza informatica.

Sei già pronto a diventare il prossimo nomade digitale? Guarda il nostro articolo su come rispondere alle cinque domande più frequenti durante il colloquio.

Come la firma elettronica Yousign può aiutare i nomadi digitali

Tutte le figure che abbiamo appena visto possono essere considerate, appunto, nomadi digitali, vale a dire lavoratori che – grazie al remote working – possono lavorare dovunque si trovino, senza il vincolo di una sede o un ufficio cui recarsi ogni giorno. 

In casi come questi, le potenzialità offerte dalla tecnologia rappresentano strumenti imprescindibili per poter svolgere al meglio la propria professione, in modo rapido ed efficiente, senza bisogno di incontri fisici o vicinanza territoriale. In tal senso, sicuramente, la firma elettronica di Yousign rappresenta un alleato perfetto per questi professionisti che possono firmare contratti e documenti, attraverso un processo rapido e sicuro, che permette non solo di ottimizzare il lavoro, ma essere anche più sostenibili, grazie all’importante risparmio di carta e alla riduzione degli spostamenti.

Scopri perché conviene passare alla firma elettronica in questo articolo.

Per andare incontro alle esigenze di freelance e liberi professionisti, Yousign ha creato anche un piano ad hoc: il piano One che, a seconda delle richieste e della situazione economica, non è vincolante e può essere attivato e disattivato liberamente, senza vincoli. 

Prevede a un costo di € 9 per mese per utente, tutto quello che serve per iniziare con la firma elettronica: 

  • 10 firme elettroniche al mese, 
  • 1 utente, 
  • 1 interfaccia di firma chiavi in mano, 
  • assistenza clienti online, 
  • dossier di prova con marcatura temporale ed archiviazione per 10 anni, 
  • creazione di workflow, 
  • promemoria automatici, 
  • campi di testo dinamici, 
  • menzioni

Cosa aspetti? Registrati ora e provala gratuitamente per 14 giorni 😀

Yousign prova gratis Yousign prova gratis